Input your search keywords and press Enter.

Mi presento

Sono nata a Milano il 13 maggio 1990. Mi sono sempre considerata (e ho sempre sentito di essere) una Narratrice nel senso più ampio del termine. La scrittura e le lingue sono sempre state la mia passione, per le quali ho avuto spiccate doti fin dall’infanzia. Ci ho messo poco a capire che ero fatta per raccontare storie, in particolare quelle che mostrano la gente, i popoli, le culture e le tradizioni diverse dalle nostre.

Per poterlo fare, ho studiato Lingue e Letterature Straniere all’Università degli Studi di Milano e, a seguire, sono volata in Inghilterra per specializzarmi in Scrittura Creativa ed Editing Letterario alla Plymouth University, dove ho affinato la mia sensibilità letteraria e critica, trovando la mia voce e iniziando ad avere più elementi per trasformare quelli che fino a quel momento erano stati dei racconti di fantasia in vere e proprie storie complesse, uscendone con una laurea specialistica con merito. Al mio ritorno in Italia nel 2016, forte dell’esperienza come assistente editoriale presso il Plymouth INK Journal (la rivista letteraria della Plymouth University), sono entrata a far parte della redazione della rivista milanese “La Tigre di Carta”, dove ho affinato la scrittura di interviste e articoli giornalistici di carattere letterario-culturale, l’editing giornalistico e letterario e l’appassionato e appassionante lavoro di squadra.

Poco dopo la rivista ha dato vita all’omonima piccola casa editrice indipendente, per la quale svolgo le attività di traduzione ed editing letterario delle opere in pubblicazione. Contemporaneamente, ho svolto l’attività di ufficio stampa per l’associazione culturale “La Taiga” ad essa abbinata e del circolo culturale “Corte dei Miracoli” di Milano fino al 1 gennaio 2018.

Sentivo, però, che qualcosa mancava: mi avevano insegnato a “mostrare, non raccontare”, e per farlo adeguatamente dovevo passare anche attraverso le immagini. Tra il 2016 e il 2017, quindi, ho studiato Fotografia all’accademia John Kaverdash di Milano, trovando la mia dimensione nel reportage e nel ritratto. Da allora, il mio sogno di Narratrice attraverso immagini e parole (completo dei giochi linguistici che tanto amo nelle traduzioni) diventa ogni giorno un po’ più realtà.

Mi presento